Piano Transizione 4.0

CREDITO D’IMPOSTA 4.0

La legge di Bilancio 2021, prevede la proroga ed il rafforzamento del PIANO TRANSIZONE 4.0 e del CREDITO D’IMPOSTA per investimenti in beni strumentali nuovi (anche in leasing), ad elevato contenuto tecnologico, in chiave Industria 4.0, con l’obiettivo di supportare ed incentivare la trasformazione tecnologica e digitale e migliorare i processi produttivi delle imprese.


È ancora possibile usufruire del credito d’imposta per i beni acquistati nel 2020? SI!

  • Per i beni acquistati e messi in funzione nel 2020, con la verifica dell’interconnessione entro il 30/06/2021;
  • Per i beni acquistati nel 2021, ma ordinati nel 2020 con il pagamento dell’acconto del 20% (entro il 31/12/2020) e messi in funzione ed interconnessi entro il 30/06/2021;

Per tali beni non si applicherà la nuova normativa e pertanto potranno usufruire del credito d’imposta con le aliquote del 2020, verificando l’interconnessione nel 2021.


CREDITO D’IMPOSTA 4.0

Beneficiari: tutte le imprese, comprese quelle individuali, con sede fiscale in Italia, indipendentemente dalla forma giuridica, dalla dimensione aziendale e dal settore economico in cui operano.

Settore: tutti i settori produttivi.

Tempistiche ed Aliquote:

  • per gli investimenti in beni materiali, effettuati a decorrere dal 16/11/2020 e fino al 31/12/2021, ovvero entro il 30/06/2022 a condizione che entro il 31/12/2021, il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura pari ad almeno il 20% del costo di acquisizione, il credito d’imposta è riconosciuto nella misura del 50% (per la quota di investimenti fino a 2,5 milioni di euro);
  • per gli investimenti in beni materiali, effettuati a decorrere dal 01/01/2022 e fino al 31/12/2022, ovvero entro il 30/06/2023 a condizione che entro il 31/12/2022, il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura pari ad almeno il 20% del costo di acquisizione, il credito d’imposta è riconosciuto nella misura del 40% (per la quota di investimenti fino a 2,5 milioni di euro);
  • per gli investimenti in beni immateriali (software), effettuati a decorrere dal 16/11/2020 e fino al 31/12/2022, ovvero entro il 30/06/2023 a condizione che entro il 31/12/2022, il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura pari ad almeno il 20% del costo di acquisizione, il credito d’imposta è riconosciuto nella misura del 20%.

Spese ammissibili: acquisto di beni strumentali nuovi (impianti e macchinari) ed acquisto di beni immateriali (software).

Regime di cumulo: Il CREDITO D’IMPOSTA 4.0, è cumulabile con altre agevolazioni che abbiano ad oggetto i medesimi costi, a condizione che tale cumulo (tenuto conto anche della non concorrenza alla formazione del reddito), non porti al superamento del costo sostenuto. Pertanto è cumulabile con il CREDITO D’IMPOSTA PER IL MEZZOGIORNO.

Modalità di fruizione: Il CREDITO D’IMPOSTA 4.0, sarà fruibile in compensazione:

  • in 3 quote annuali di pari importo;
  • a decorrere dall’anno di avvenuta verifica dell’interconnessione dei beni.
Contattaci